domenica 15 marzo 2015

ArrotoloCioccoNocciola




Nella pasticceria vegana la cosa più complicata è riprodurre quei dolci della pasticceria tradizionale che hanno come ingrediente principale le uova, grazie alle quali si ottiene un impasto morbido ed elastico al tempo stesso, un esempio a caso è il famigerato pan di spagna.
Ma forse l'esempio più calzante è la cosidetta pasta biscotto, che normalmente è a base di tuorli montati a spuma e albumi a neve fermissima.
Non è, per quanto mi riguarda, un compito da assolvere a tutti i costi l'imitazione da parte della pasticceria vegana di quei prodotti dolciari tradizionali a base di burro e uova che ben conosciamo.
Anzi tutt'altro! Penso che sia necessario allargare gli orizzonti e creare una tradizione dolciaria alternativa nuova e competitiva sia nel gusto che nell'estetica.
Ma in questo post ho voluto "imitare" un dolce per pura sfida competitiva hehe.
Il risultato non è male direi.


Per la pasta biscotto occorre :

3 Cucchiai di farina di tapioca (detto anche amido di tapioca, si trova nei negozi bio)
3 Cucchiai farina 2 oppure integrale
1/2 Cucchiaio lievito per dolci
6 Cucchiai malto di grano
6 Cucchiai olio di mais bio
6 Cucchiai latte di soia
Limone scorza grattugiata a piacere
Vaniglia a piacere
pizzico di sale


Per la crema :

100 gr cioccolato fondente alle nocciole 
50 gr latte di soia


In una ciotola larga setacciare le farine con il lievito.
Unirvi tutti gli altri ingredienti e mescolare bene.
Stendere l'impasto in una teglia rettangolare o quadrata foderata da carta da forno, livellarlo allo spessore di 1 cm.
Cuocere a 180° per 10/12 minuti.
Appena sfornato, facendo attenzione a non scottarsi, toglierlo dalla teglia con tutta la carta forno e metterlo su un canovaccio pulito ed arrotolarlo delicatamente facendo molta attenzione a non romperlo, l'assenza di uova lo rende più delicato.
Metterlo da parte e fare la farcitura.
A parte tritare al mixer il cioccolato alle nocciole.
Dopo di che fonderlo a bagnomaria con il latte di soia.
A questo punto aprire delicatamente il rotolo e farcirlo.
Richiuderlo e farlo raffreddare nel canovaccio.
Servirlo spolverizzato con cacao amaro.






Buona goduria

Ila